Terni. Emergenza sangue

“All’ospedale di Terni è emergenza sangue. Al punto che è a rischio pure l’attività delle sale operatorie”.

A lanciare l’allarme è il presidente dell’Avis comunale di Terni, Patrizio Fratini, che in queste ore ha avuto conferma che, nel nosocomio ternano, c’è una grave carenza di sangue di tutti i gruppi, in particolare del gruppo A e zero negativo.

“La situazione è veramente grave – precisa Fratini – perché si rischia l’operatività dell’ospedale e noi purtroppo non sappiamo più che fare, tranne esortare di nuovo le persone di buona volontà a recarsi a donare il sangue”.

Che le donazioni fossero in calo, con 45 in meno nei primi quattro mesi dell’anno, è un dato che aveva fornito di recente anche il presidente dell’Avis provinciale, Corrado Bellucci.

“La situazione più critica riguarda la città di Terni – precisa Patrizio Fratini – in quanto l’Avis comunale l’anno scorso ha registrato 2724 donazioni a fronte delle 4mila e cinquecento calcolate sul dato relativo alla popolazione in grado di donare. E tenendo conto che l’ospedale di Terni sempre l’anno scorso ha fatto ben 9mila e cento trasfusioni. L’emergenza sangue tra l’altro riguarda tutta la regione per cui non è possibile chiedere aiuto alle città vicine”.

L’appello dell’Avis è accorato. “Donate il sangue per aiutare il centro trasfusionale dell’ospedale di Terni a superare questo momento di grave difficoltà. Il sangue necessita tutti i giorni per la normale attività ospedaliera e non solo per le emergenze e ora in ospedale è a rischio l’attività di routine. Solo i donatori periodici ed associati – spiega Fratini – sono la garanzia per soddisfare questi bisogni. Essere donatore periodico permette anche di controllare costantemente il proprio stato di salute attuando il primo vero momento di medicina preventiva”.

Per aderire all’appello: Avis Comunale 0744/400118

Ospedale 0744/205679 – 0744/205521

 

L’associazione “I Ricostruttori” organizza due incontri sulla meditazione

L’associazione no profit “I Ricostruttori”di Stroncone organizza un Ciclo di conferenze ad ingresso libero e gratuito dal titolo : LA VIA DELLA MEDITAZIONE.

Il primo appuntamento sarà domenica 9 marzo, alle 17, nella sala rossa di palazzo Gazzoli, a Terni, con Patrizia Liva, fisioterapista e osteopata, che parlerà dei “Benefici della meditazione sul corpo e sulla mente”.

La pratica millenaria della meditazione può offrire risposte concrete anche alle problematiche del nostro tempo? Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato come la pratica costante della meditazione profonda possa avere effetti benefici sul nostro equilibrio psico-fisico, rinforzare il sistema immunitario, riequilibrare il sistema endocrino e neurovegetativo, influenzare la nostra capacità di controllare la emozioni negative.

Secondo appuntamento sabato 15 marzo, sempre alle 17, sul tema “Il mito della caverna e le origini della meditazione”, con Lorenzo Spezia, docente di filosofia all’Istituto Teologico di Assisi

Molto spesso nella ricerca spirituale, che oggi ha come punto di riferimento pressoché comune la pratica della meditazione, si intraprendono cammini che portano ad allontanarsi dalla nostra tradizione, ritenendo la meditazione una pratica estranea alla spiritualità cristiana occidentale, per accostarsi alle religioni orientali. Questa conferenza vorrebbe mostrare alcune delle radici più importanti che la pratica introspettiva e meditativa affonda anche nella nostra cultura, radici in cui ci possiamo ritrovare fratelli dell’oriente, nel riconoscimento e nella valorizzazione delle reciproche differenze, senza erigere barriere insormontabili che causano danno ad entrambe le culture.

Per informazioni 0744 607634; lorspezia@gmail.com

Il Percorso educativo sociale 2013-2015. Creatività e volontariato

Creatività e volontariato.

Questo è il tema che la Rete “Prendiamoci per Mano” ha portato all’attenzione di molti bambini, ragazzi, famiglie e della intera nostra comunità.

Nelle prossime settimane gli eventi di valorizzazione del volontariato civico e della solidarietà concludono un anno di lavoro intenso. Vogliamo allargare la consapevolezza che non basta piangere sul latte versato, le cose che non vanno nella nostra comunità ognuno può cambiarle con la partecipazione creativa.

Abbiamo scelto di rimboccarci le maniche e agire

È un modo concreto di comunicare e forse contagiare altri che a volte prediligono il pianto impotente e chiedono a qualcun altro di fare. I bambini e i ragazzi nelle Scuole e nelle Associazioni in questi mesi stanno incontrando nuove esperienze educative, proposte maturate nel Volontariato amerino: le presenteranno nell’appuntamento al Teatro Sociale il 30 aprile alle 9,30. Si è sviluppato un approccio di conoscenza e giocoso, con il creare e il concreto fare dei volontari rivolto alla comunità.

Il percorso è biennale e verrà ripreso in autunno.

Il 12 ottobre saranno ormai 10 gli anni di impegno della Rete Prendiamoci Per Mano.

Era nata nel 2004 per reagire a Beslan, la tragedia degli oltre 200 bambini prima in ostaggio poi massacrati in una scuola nell’Ossezia del Nord dalla follia del terrorismo. La Rete ancor più quest’anno è sostenuta da una ventina di associazioni, laiche e cattoliche, educative, culturali, sportive, dalle Scuole e dal Comune.

L’evento iniziale era stato realizzato il 12 novembre, al Chiostro Boccarini.

Ora i prossimi eventi della Rete Prendiamoci Per Mano, da metà marzo a giugno, porteranno all’attenzione le tante azioni e gli ambiti di impegno delle Associazioni e delle Scuole della Rete Cittadina, per valorizzare aspetti trascurati del decoro urbano, per il rafforzamento della solidarietà verso chi ha bisogno di aiuto, per un’Amelia più vitale.

Nelle difficoltà della crisi, nelle prospettive incerte, i più giovani rischiano di smarrire taluni valori fondanti della società in quanto non vissuti in modo significativo insieme agli adulti. Rischiano di perdere la forza di immaginare e avvicinare a piccoli passi un proprio futuro, con il sogno, con l’impegno a perseguirlo.

Valori, desiderio di futuro, impegno per avvicinarlo – sono il motore per tutte le nuove generazioni. Cosa facciamo ?

L’incontro e la condivisone di un tratto di strada, tra ragazzi e i tanti micromondi del volontariato e delle associazioni amerine, costituisce sicuramente fonte di stimoli e di crescita per tutta la nostra comunità, ancor più nel momento attuale.

Partendo da noi stessi riscopriamo il valore costruttivo del volontariato, reinventiamo la cittadinanza in forme nuove.

Ci rimbocchiamo le maniche

per migliorare le aree verdi

Invito a qualche ora di lavoro gioioso insieme nei fine settimana.

 Gli appuntamenti:

Sabato 15 h. 8.30 –  Area industriale Stibi  – Enrico 335.6574122

Domenica 16 h. 8.30 – Area gioco S.Lorenzo – Tamara 331.4425561

Sabato 22 h. 8.30 – Orto del Vescovado – Giancarlo 339.4674993

                         h. 11.00 – Visita e Colazione

Domenica 30 h. 8.30  – Giardino Ex Convento S. Angelo – Maurizio 338.5069280

Autofinanziamento

Sabato 22  h. 20.00 – Casa del Sole  LA PIZZA DI PEPPE di sostegno agli eventi

Per adesioni: Mario 348 8206724

Sabato 29 h. 20.00 – Casa del Sole LA PIZZA PER LA BANDA DI AMELIA

Per adesioni Bruno 0744 982117

Domenica 23 Marzo -La Città in Gioco

– ore 15:00 Bambini e ragazzi in Piazza Unità d’Italia

Iscrizione gratuita e formazione dei gruppi; ogni gruppo sarà accompagnato da un adulto.

Sarà un pomeriggio di festa, di gioco e di divertimento all’interno del Centro storico di Amelia chiuso al traffico, fino alle 18.00, uscita da Porta Leone.

CON I GONFIABILI DI OLTREVENTO

Le attività sono organizzate in 3 fasce d’età:

– 3/5 anni: Laboratori di creatività presso il Museo

– 6/8 anni Giochi di strada a squadre in Piazza Unità d’Italia tiro alla fune, ruba bandiera e corsa con i sacchi

– 9/14 anni: Caccia fotografica in gruppo

Sguardi diversi su Amelia, qual è il tuo?

Invito a raccontare, attraverso le immagini, una città che può essere scoperta e riscoperta.

Laboratori per bambini e ragazzi al Chiostro S. Francesco

Costruzione di braccialetti promosso dal gruppo “Donne Tessitrici”

Palloncini artistici di Sofia Rinaldi, volontaria presso la Casa del Sole

VIE ANIMATE CON LA “BANDA DI AMELIA” E LA “CONCABBANDA”.

 ore 17.30: Merenda, premiazione dei gruppi vincitori delle fasce 6/8 e 9/14 anni.

ore 18.00 Sala Boccarini -Film di animazione per bambini “La Città incantata” di Hayao Miyazaki A cura dell’associazione “Oltre il Visibile”.

ore 18.00 Saletta Chiostro – Incontro formativo per genitori e volontari

ore 19.30 Centro Soc. San Giovanni: Cena sociale dei volontari e delle famiglie partecipanti all’evento.

 Si richiede un piccolo contributo a rimborso delle spese.

Prenotazioni entro il 21.03: Catusca 0744.982437

Premi per i giochi in gruppo:

– 8 INGRESSI A ZOOMARINE

– Bonus per Soggiorno in Normandia Verranno concordati con i ragazzi partecipanti

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta