Economia circolare in Umbria. Le buone pratiche delle associazioni al centro del seminario organizzato dal Cesvol

TERNI – Volontari “armati” di rastrelli pinze e sacchi che raccolgono e differenziano i rifiuti sia in centro che in periferia. Animati solo dal desiderio di rendersi partecipi del recupero del decoro in città.

Associazioni impegnate a promuovere, con piccoli ma concreti gesti quotidiani, la cultura del rispetto dell’ambiente soprattutto tra i bambini e i ragazzi.

Le loro buone pratiche quotidiane sono state al centro del seminario su “Economia circolare  e virtù civiche” organizzato dal Cesvol e rivolto agli studenti del corso di economia dell’ambiente del dipartimento di Economia dell’Università di Perugia, sede di Terni

Alla presenza della docente, Cristina Montesi, Silvia Camillucci, coordinatrice del Cesvol, ha spiegato come “le attività delle associazioni di volontariato della provincia di Terni siano caratterizzate da comportamenti virtuosi legati in generale a temi ambientali”.

Gli studenti hanno mostrato grande interesse per le testimonianze concrete di chi quotidianamente fa del volontariato uno strumento che punta a far recuperare il senso di appartenenza alla città.

Ad illustrare le buone prassi in tema ambientale Marco D’Amore, del gruppo informale Mi Rifiuto di Terni, Mariacristina Angeli, dell’associazione Minerva di Narni e Gianni Di Mattia, di Legambiente Narni.

Promotori del ciclo di incontri il Dipartimento di economia dell’Università degli Studi di Perugia-polo di Terni (cattedra di Economia dell’Ambiente), il corso di laurea in “Progettazione Circolare per la Sostenibilità” del dipartimento di Ingegneria Industriale dell’ Università di Perugia-polo didattico di Terni, Aris Formazione e Ricerca, Arpa Umbria e Cesvol.

 

 

A Terni arriva la Banca delle Visite. Prestazioni sanitarie gratis ai bisognosi

TERNI – Apre a Terni la prima filiale umbra della Banca delle Visite, che aiuta le persone che non possono permettersi una visita a pagamento o non possono attendere i tempi del sistema sanitario nazionale ad accedere a prestazioni sanitarie gratuite.

E’ ospitata nella sede dell’aps Argoo, in corso del Popolo, 26. I referenti sono Amelia Milardi, presidente di Argoo, e Matteo Lamperini, promotore mutualistico e consulente assicurativo per la Polizza unica del volontariato.

Grazie alle donazioni di privati cittadini e aziende, la fondazione Basis garantirà anche a Terni alle persone in difficoltà l’accesso gratuito a visite mediche specialistiche e prestazioni sanitarie.

L’incontro tra domanda e offerta avviene in modo semplice e trasparente su una piattaforma web.

“Abbiamo iniziato a coinvolgere, attraverso l’ordine dei medici di Terni, i professionisti locali  che vogliono mettere a disposizione, gratuitamente o a tariffa agevolata, le proprie prestazioni, che saranno retribuite dalla banca delle visite” spiegano Amelia Milardi e Matteo Lamperini.

Destinatari dell’iniziativa i pazienti che hanno l’esenzione totale per motivi di reddito o si trovano nella prima fascia r1, che possono chiedere la propria prestazione medica sulla piattaforma https://www.bancadellevisite.it/.

Banca delle Visite si impegna a trovare lo specialista tra quelli che hanno dato la propria disponibilità. Che può decidere se applicare uno sconto rispetto alla normale tariffa e di quanto o se destinare un cash back per sostenere il progetto Banca delle Visite.

Un circuito virtuoso riservato a chi ha bisogno che a livello nazionale, in un anno e mezzo di attività, ha permesso di effettuare mille e 500 visite.

Per informazioni sull’iniziativa e sulla procedura per richiedere una visita: 393.1018580 e 392.6805138.

 

 

 

Autismo adulti tra progettazione e buone prassi. Il punto in un convegno con i massimi esperti

TERNI- “Autismo adulti: i servizi sanitari tra progettazione e buone prassi”.

E’ il tema del convegno che, organizzato dall’azienda ospedaliera di Terni in collaborazione con l’associazione Aladino onlus, si terrà giovedì 21 marzo, alle 8 e 30, nella sala conferenze della facoltà di medicina e chirurgia dell’università degli studi di Perugia, sede di Terni.

Sarà una giornata di confronto con i servizi sanitari e le associazioni e la presenza dei massimi esperti nazionali e locali di una patologia molto diffusa per quanto invalidante.

“Disturbi che si presentano in età evolutiva ma permangono per tutta la vita e coinvolgono tutti gli aspetti dello sviluppo – dice Carla Paladino, vice presidente di Aladino.

Le persone coinvolte, in presenza di terapie cognitivo-comportamentali, riescono a riabilitarsi per attività sociali, favorendo l’inserimento lavorativo e sportivo e nei centri diurni.

Con interventi mirati la loro qualità della vita cresce enormemente e non è pensabile lasciarli soli rinchiusi in casa con le famiglie a fare niente”.

Al centro del convegno le attività dedicate agli adulti nello spettro autistico dell’osservatorio Nazionale Autismo, i servizi territoriali di Salute Mentale per le persone con disturbo dello spettro autistico, l’assistenza sanitaria tra ospedale e territorio, l’assistenza territoriale e l’integrazione con l’ospedale. In programma la tavola rotonda: “Autismo adulti: il territorio e le istituzioni”.

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta