Premio Mimosa 2018: Ecco il bando per il concorso di scrittura narrativa

NARNI – “Con la parola e con l’agire ci inseriamo nel mondo umano, e questo inserimento è come una seconda nascita, in cui confermiamo e ci sobbarchiamo la nuda realtà della nostra apparenza fisica originale”.

Agire, condividere, prendere parte, farsi protagoniste e protagonisti. Questo è il senso della riflessione di una grande autrice del nostro tempo, Hannah Arendt, filosofa e giornalista tedesca, emigrata nel 1933 dalla Germania a causa delle persecuzioni naziste contro gli ebrei, in Francia e poi negli USA.

Su questo tema ruota la tredicesima edizione del Premio Mimosa, il concorso di scrittura narrativa finalizzato a promuovere il racconto di momenti in cui siano state vissute esperienze pertinenti con la tematica suggerita, per evocare ricordi significativi, esprimere idee, sensazioni, stati d’animo, per affermare ideali, sogni, punti di vista.

I racconti potranno riguardare storie di vita vissuta o di fantasia e dovranno avere per protagoniste le donne, con tutto ciò che il loro variegato universo può rappresentare.

Il Premio Mimosa, organizzato dal Comune di Narni e dall’Associazione Minerva, promuove e valorizza la cultura legata al mondo femminile,  contribuisce a realizzare pratiche di uguaglianza e  sostiene il valore delle differenze.

Il concorso è aperto a tutti, uomini e donne, di qualsiasi nazionalità ed età. Le scuole potranno partecipare con lavori sia individuali che di gruppo.

La partecipazione è gratuita. I racconti inediti e liberi da contratti editoriali dovranno essere inviati entro giovedì 8 marzo agli indirizzi:

angeli.minerva@gmail.com e andreina.santicchia@comune.narni.tr.it

Info: Attività Culturali – Comune di Narni 0744 726362, www.comune.narni.tr.it; Associazione Minerva 333 9144745; 0744 751626

La premiazione si terrà a Narni sabato 24 marzo, alle 16, nella sala del Camino di Palazzo Eroli.

 

Gli Appennini al centro di “Vette in Vista”. Al Caos di Terni la quattro giorni dell’associazione Stefano Zavka e del Cai

TERNI – E’ dedicata agli Appennini la decima edizione di “Vette in Vista”.

La rassegna di cinema di montagna e di esplorazione promossa dall’associazione Stefano Zavka e dal Cai si svolgerà da giovedì 25 a domenica 28 gennaio e sarà ospitata nella Sala dell’Orologio del Caos di Terni.

Anche quest’anno sarà una quattro giorni fitta di appuntamenti con le proiezioni dei migliori film dedicati alla montagna ma anche conferenze, testimonianze di vita vissuta ad alta quota, incontri con le scuole ed escursioni tra le gole del Nera.

Tra gli appuntamenti da non perdere l’incontro dedicato a “Una laurea per la montagna”, in programma venerdì 26 gennaio, alle 17. I vertici di Unimont e Unitus illustreranno i nuovi corsi di laurea dedicati alla montagna, raccontando le attività didattiche e di ricerca per lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione degli ambienti montani.

Seguirà un dibattito con i giovani, laureati e non, impegnati nel percorso di recupero e innovazione di antiche arti e mestieri con il sogno di far rinascere a nuova vita la montagna alpina e appenninica.

Al Caos, con Luca Calzolari, direttore di Montagne360 e Roberto Mantovani, storico dell’alpinismo, si rifletterà anche sulle difficoltà oggettive che presenta la pratica dell’alpinismo di esplorazione, sempre meno perseguita dai grandi alpinisti.

Domenica 28 gennaio la giornata conclusiva di “Vette in Vista” con tanti appuntamenti: un concorso di disegno per i bambini delle scuole dedicato alla montagna, la presentazione dei vincitori del premio letterario “Roberto Iannilli” e poi spazio alla musica.

A partire da quella del Coro Terra Majura, della sezione del Cai Terni, accompagnato da Fabio Menichini alla fisarmonica e Roberto Andreutti alle percussioni.

La chiusura con “Vette in… Musica” eseguita dagli allievi del Briccialdi.

Si tratta della prima esecuzione assoluta della composizione che l’associazione Stefano Zavka ha commissionato all’istituto superiore di studi musicali “G. Briccialdi”.

Ecco il programma dettagliato di Vette in Vista 2018

ViV 2018_loc 480X330 web

Il Mercatino di Natale della solidarietà dell’associazione Bruna Vecchietti

TERNI – In vista del Natale tornano le giornate dedicate alla solidarietà organizzate dall’associazione Bruna Vecchietti di Terni.

Fino al 21 dicembre, nei giorni di martedì e giovedì, dalle 9 alle 12, e sabato 16 dicembre dalle 10 alle 17 con  orario continuato, nella sede della onlus, in via Mascio,1, di fronte alla stazione ferroviaria, sarà aperto il Mercatino di Natale che servirà ad aiutare le tante famiglie in difficoltà.

Anche quest’anno l’associazione propone tutti articoli artigianali natalizi e non, creati dai volontari. In mostra addobbi, vasi, lavori ad uncinetto ma anche i torroni e i panpepati artigianali realizzati dai volontari che potranno essere portati a casa in cambio di una piccola offerta che andrà a sostenere i progetti dell’associazione Bruna Vecchietti.

“Si tratta di piccoli lavori artigianali e dolci realizzati da chi, come noi, crede che insieme possiamo farcela – dice la presidente della onlus, Anna Maria Vecchietti. Siamo certi che anche quest’anno i ternani non ci faranno mancare il loro aiuto per far si che il Natale sia migliore per tanti anche se non per tutti”.

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta