Archivio di stato: Via alla digitalizzazione dell’archivio fotografico

TERNI – Si terrà sabato 22 settembre, alle 16, a palazzo Mazzancolli, la presentazione del progetto di digitalizzazione dell’archivio fotografico dell’archivio di stato.

Il tema dell’iniziativa “Da Narni a Perugia: viaggio in Umbria attraverso le foto steroeoscopiche del medico Primo Dorello (1872-1963)” sarà trattato da  Elisabetta David, Direttore dell’Archivio di Stato di Terni, dall’architetto Michele Giorgini e dai fotografi Paolo Corsi e Gloria Vatteroni.

In programma proiezione in 3D di immagini con occhiali anaglifici e visione di lastre originali con visore d’epoca.

Medico anatomopatologo e docente di anatomia, Dorello insegnò per molti anni all’università di Perugia pubblicando numerosi e originali studi tra i quali quelli riguardanti la ricognizione delle ossa del Perugino e un saggio sulla necropoli narnese. Si dedicò per hobby alla fotografia lasciando la notevole collezione di lastre di vetro realizzate con la tecnica stereoscopica (1336 positive e 337 lastre negative).

Le immagini testimoniano principalmente il paesaggio e le città umbre nel primo Novecento, ma sono presenti anche fotografie delle maggiori città italiane da lui visitate: Roma, Venezia, Napoli, Firenze, Siena, Urbino, Milano, Genova, Padova. Costituiscono una preziosa fonte iconografica per documentare le trasformazioni del paesaggio rurale, urbano  ed umano con la presenza anche di personaggi e scene di vita quotidiana della prima metà del secolo scorso.

L’intervento di digitalizzazione, realizzato dal Servizio di fotoriproduzione dell’Archivio di Stato di Terni, ha avuto lo scopo di consentire agli studiosi e ai cittadini di accedere agevolmente alle immagini, senza mettere a rischio il prezioso materiale originale. Ha collaborato il Lions Club Narni.

Fresca Estate: A luglio e agosto anziani in gita gratis a Piediluco

TERNI – Dopo qualche anno di sospensione riparte l’iniziativa Fresca Estate a Piediluco dedicata agli anziani del territorio del Comune di Terni.

In programma dieci gite a Piediluco, tutti i martedì dal 3 luglio al 4 settembre, dalla mattina alla sera, nei momenti di massima calura estiva.

La mattina alle 8 un pullman partirà da Terni raccogliendo gli anziani in vari punti della città per portarli gratuitamente alla spiaggia Velino.

Il rientro a Terni è previsto alle 19.

L’iniziativa è inserita nel progetto Una città per tutti finanziato dalla Fondazione Carit e realizzata dalla Cooperativa Sociale Helios in collaborazione con Ancescao Comprensorio Umbria Sud e la Cooperativa Oasi Viaggi. Ha il patrocinio del Comune di Terni e del Cesvol, Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Terni.

L’iniziativa è aperta anche a tutti i soci ancescao che vorranno raggiungere la spiaggia autonomamente.

“L’impegno di Ancescao e della cooperativa Helios – spiegano Lorenzo Gianfelice e Alessandra Pantella – grazie alle risorse della Fondazione è quello di garantire il massimo sostegno alla popolazione anziana della città di Terni. Questa è solo una delle tante iniziative previste nel piano emergenza calore del Comune, che vede in prima linea la rete dei centri sociali. Il progetto Una città per tutti prevede, tra l’altro, una serie di azioni che, a partire da ottobre dello scorso anno, hanno supportato gli anziani e le loro famiglie”.

Info: 393939890599 –  ancescaotna@gmail.com

 

 

A Terni apre la Casa dei Pagliacci. Inclusione e solidarietà ricordando David Raggi e Francesco Schiarea

TERNI – Una Casa a misura di bambino, di tutti i bambini, anche di quelli con ridotta capacità motoria e sensoriale.

Uno spazio nel cuore del quartiere Città Giardino senza barriere architettoniche e mentali, dove tutti potranno trascorrere insieme, senza divisioni, momenti ludici, creativi e educativi.

E’ la Casa dei Pagliacci, che è stata inaugurata sabato 31 marzo, in via Podgora, 26.

“E’ un sogno che si realizza dopo tanti sacrifici”  dice Alessandro Rossi, che la Casa l’ha trasformata in realtà con le “forze” della sua onlus I Pagliacci, il sostegno della Fondazione Carit e, come partner,  di Auser terni, Rotaract, e Gruppo speleologico di Stroncone.

“Paghiamo affitto e utenze – spiega – come odv abbiamo voluto farci carico di questo impegno, contando solo sulle donazioni di chi crede in noi, per il bene della città”.

Per i bambini e le loro famiglie laboratori manuali ed espressivi, ludo musica, letture animate, piccolo teatro, magie e terapia del sorriso.

“Nella Casa vogliamo ricordare David Raggi e Francesco Schiarea – dice Rossi – non è uno spot ma, grazie ai loro ritratti di Daniel F. Pisanu, saranno ricordati per sempre attraverso il sorriso di tante persone. Il progetto nasce per attività inclusive e unirà bambini normodotati con bambini con disabilità, i loro familiari e gli operatori. Cresceranno insieme, sarà la chiave giusta per far conoscere le diversità di ognuno di noi. L’obiettivo è considerare il bambino con disabilità una parte del mondo e non un mondo a parte, affermandone il diritto all’integrazione sociale, alla dignità e allo sviluppo del potenziale creativo, artistico e intellettuale, che non va inteso solo a vantaggio del singolo, ma che piuttosto permette un generale arricchimento della società civile”.

La Casa dei Pagliacci si rivolge anche alle famiglie dei bambini con disabilità, che, spesso abbandonate alle intemperie, potranno usufruire di un punto di ascolto dove trovare gratuitamente appoggio, comprensione e consiglio da parte di personale qualificato, quale psicologi, psichiatri, pediatri e operatori sanitari.

 

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta