L’associazione Aladino dona libri inclusivi alla biblioteca di Terni

TERNI – Nell’ambito del progetto “Crescere insieme” l’associazione Aladino onlus ha deciso di donare alla Bct libri adatti ai bambini con particolari difficoltà, che hanno delle letture semplificate, e libri da mettere a disposizione degli educatori e dei genitori che offrono strumenti di conoscenza e di intervento riferite alle più diverse problematicità.

I libri sono stati scelti in stretta collaborazione tra le bibliotecarie e l’associazione, partendo dalle conoscenze e dalle professionalità di ciascuno.

La spesa di 800 euro è stata coperta dal Progetto, finanziato dall’otto x mille della chiesa Valdese,  che da anni sostiene i progetti realizzati o in via di realizzazione dall’associazione Aladino.

“Da ormai tre anni – spiega la presidente di Aladino, Morena Fiorani – l’associazione Aladino collabora con la Biblioteca comunale di Terni per realizzare laboratori inclusivi rivolti ai bambini di Terni questo anche grazie al contributo messo a disposizione dalla Chiesa Valdese. L’associazione intende infatti lavorare perché si sviluppi una migliore conoscenza della disabilità, questo per permettere alle famiglie e agli educatori di effettuare un intervento più precoce possibile sui bambini con disabilità e nello stesso tempo per promuovere una cultura della diversità che porti ad una maggiore inclusione sociale così da permettere di superare ogni discriminazione”.

Il progetto Crescere insieme propone laboratori espressivi per ragazzi dai sei agli undici anni e mira a favorire l’integrazione tra bambini con disabilità, specialmente nelle situazioni di particolare gravità e ragazzi che frequentano i laboratori della Bct.

Gli incontri rappresentano un’occasione per potere intraprendere   percorsi legati al potenziamento delle autonomie personali e sociali, dell’autostima, della fiducia in sée stessi, dell’apprendere divertendosi in un contesto di pari.

I laboratori vengono realizzati da professionisti ed educatori che hanno una lunga esperienza in arte terapia, in musica terapia e danza, la spesa dei laboratori è a totale carico dell’associazione Aladino.

 

Fatturazione elettronica: Al Cesvol una giornata formativa

TERNI – Il Cesvol sta organizzando una giornata formativa relativa alla fatturazione elettronica, come previsto nella Legge Finanziaria del 2018 ed entrata in vigore dal 1° gennaio 2019.

Il corso è rivolto alle Organizzazioni di Terzo Settore e si svolgerà presso la sede centrale del Cesvol in Via Montefiorino 12/c, giovedì 24 gennaio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 19,00.

Chi fosse interessato, è invitato a compilare la scheda di iscrizione di partecipazione e rinviarla alla seguente mail: progettazione@cesvol.net entro il 22 gennaio 2019.

La scheda di iscrizione  scheda-CORSO-FATTURAZIONE ELETTRONICA

L’ospedale di Terni si prende cura delle persone con disabilità. Grazie al Cad più di 100 prestazioni in 9 mesi

TERNI  – Le analisi del sangue per Luca non sono più un problema.

Francesco ha superato il terrore dell’anestesia con un piccolo accorgimento pensato da chi, all’interno dell’ospedale, lavora per rendere meno stressante il ricovero ospedaliero delle persone con disabilità.

Per le persone fragili anche i rumori o i tempi di attesa possono costituire veri e propri ostacoli per poter accedere ai servizi di diagnosi e cura.

Da qualche mese all’ospedale di Terni c’è un reparto virtuale che consente alle persone con disabilità di accedere con facilità alle cure sanitarie.

E’ il Cad, centro accoglienza disabilità, che facilita l’accesso ai servizi sanitari del “Santa Maria”.

Un’equipe di 8 persone che, lavorando nei vari reparti, si è messa a disposizione per la buona causa.

Al servizio si accede chiamando il numero verde 800505083, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30.

“Era una necessità molto sentita da genitori e caregivers ed è stata accolta anche grazie alla disponibilità del personale ospedaliero” scrivono le associazioni A.Fa.D., AICE Umbria, Aladino, ANGSA Umbria, C.A.R.T.A. Autismo, Comunità di Capodarco di Perugia,  INTEGR@MENTE, L’orologio di Benedetta, Un volo per Anna. “Il nuovo servizio è a costo zero e questo dimostra che, quando c’è la buona volontà, le cose si possono fare”.

In poco più di nove mesi il Cad ha preso in carico 34 persone per un totale di 76 prestazioni che comprendono sia la diagnostica di laboratorio e strumentale che le visite specialistiche.

Ben più complessa, nell’ambito della rete nazionale Dama, l’attività dedicata a persone con gravi disturbi cognitivo relazionali, ai quali da luglio il team multidisciplinare garantisce un’assistenza personalizzata, che tiene conto delle loro necessità e che non utilizza mezzi di contenzione. Nell’ambito di questa attività, 11 sono state le persone prese in carico da luglio, per un totale di 24 prestazioni  già effettuate in sedazione e altre 3 già programmate.

L’equipe è composta da Stefano Cappanera, Massimo Rizzo, Domenico Frondizi, Rita Commissari, Marsilio Francucci,  Donatella Perugini, Lorella Angeli e Agnese Barsacchi.

Dalle associazioni il “sentito ringraziamento al direttore generale, Maurizio Dal Maso e a tutto il personale sanitario che ogni giorno si adopera per dar vita al servizio, auspicando che questo progetto possa essere esteso in tutte le altre aziende Sanitarie presenti nella nostra regione”.

 

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta