Archivio

dicembre 2016

Avis dona fondi per acquistare uno scuola bus per i bambini di Preci

TERNI – foto-consegna-avis-preciLe Avis comunali della provincia e Avis provinciale Terni hanno consegnato una donazione in denaro finalizzata all’acquisto di uno “scuola bus” per i bambini delle scuole di Preci. I fondi raccolti sono stati consegnati al sindaco di Preci, Pietro Bellini, che ha sottolineato che con questa donazione sarà acquistato il mezzo che permetterà di poter spostare in sicurezza i bambini, visto che a causa del terremoto si devono utilizzare percorsi alternativi.

“Siamo lieti che questo piccolo dono permetterà agli alunni di frequentare regolarmente le lezioni scolastiche – dice Dino Iannaccio, presidente di Avis provinciale – altrettanto lieti saremmo stati se le donazioni di sangue, nella provincia di Terni, avessero avuto lo stesso lieto fine. Purtroppo non è così, le donazioni sono calate, e non saranno questi ultimi giorni a cambiare la situazione”.

Più volte Avis ha reso noto del trend negativo che interessava la provincia e di conseguenza la Regione Umbria.

“Al 30 giugno le donazioni mancanti erano 230, al 30 novembre 212. Un piccolissimo miglioramento dovuto esclusivamente alla positiva chiusura di agosto (+220) dovuta agli eventi sismici che hanno interessato Lazio, Marche e Umbria. La previsione al 31 dicembre è di meno 250 sacche di sangue intero. La donazione anonima, gratuita e periodica non può essere legata alle momentanee emozioni dei cittadini – precisa Iannaccio – ma al senso di solidarietà verso chi, meno fortunato, ha necessità di continue terapie mediche. Il dono periodico del sangue non è un fatto privato o di categoria che interessa una parte della popolazione, ma è l’elemento di valutazione della civiltà e senso civico di una comunità”.

Quest’anno, per garantire la continuità delle terapie mediche nella provincia, sono state acquisite fuori Regione 78 unità di emoderivati.

L’appello di Iannaccio è rivolto ai donatori periodici: “Chiediamo loro di fare una donazione prima delle festività Natalizie ed esortiamo ogni cittadino in buona salute a donare il sangue”.

 

Migrarti Spettacolo

Oggetto
Progetti artistici in grado di realizzare un prodotto finale mono o pluridisciplinare, a carattere inedito e con rappresentazione pubblica, che preveda un percorso propedeutico a carattere laboratoriale con la partecipazione e il coinvolgimento di immigrati, in particolare di giovani di seconda generazione, con l’obiettivo di promuovere il dialogo interculturale. Sarà data particolare attenzione a quei progetti artistici che favoriranno la partecipazione di giovani immigrati in ruoli creativi e di rilievo nell’interpretazione ed esecuzione del lavoro proposto. Le attività potranno articolarsi attraverso il lavoro su narrazioni e drammaturgie espressioni delle culture delle popolazioni immigrate in Italia o su tematiche concernenti il confronto con “l’altro”. La proposta presentata dovrà inoltre contenere specifiche azioni mirate al coinvolgimento del pubblico con particolare richiamo alle nuove generazioni e alla comunità di immigrati stabilmente residenti sul territorio di riferimento.

Procedura
Le domande firmate dal legale rappresentante dell’organismo proponente dovranno essere presentate utilizzando il modulo fac-simile allegato al presente Avviso ed inviate, pena l’esclusione, attraverso posta elettronica certificata al seguente indirizzo: mbac-dg-s.servizio1@mailcert.beniculturali.it.

Budget complessivo
€ 750.000,00

Budget individuale
Il costo complessivo del progetto non potrà superare l’importo di 25.000,00 euro lordi (venticinquemila/00) e dovrà prevedere un cofinanziamento del soggetto proponente pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto. Il MiBact–Dgs concederà un contributo a copertura del deficit, che non potrà essere superiore all’80% del costo complessivo del progetto.

Informazioni e Bando

Tel 06 67233202 – 3314 fax 06 67233287 E-mail dg-s@beniculturali.it
www.beniculturali.it

migrarti cinema

Oggetto Sono oggetto di interventi finanziari progetti di cinema che perseguano una delle seguenti azioni:
a) Rassegne cinematografiche di film in maggioranza di registi stranieri ed espressione delle comunità di immigrati stabilmente residenti in Italia o che promuovano cinematografie estere poco note e diffuse e rivolte ad un ampio pubblico, al fine di permettere la reciproca conoscenza fra le diverse comunità che vivono in Italia o rassegna di film che trattino il tema dell’integrazione degli stranieri in Italia in particolare delle seconde generazioni;
b) Cortometraggi, anche documentaristici, aventi ad oggetto storie inerenti la cultura e la realtà locale delle comunità straniere residenti in Italia.

Procedura Le domande firmate dal legale rappresentante dell’organismo proponente dovranno essere presentate utilizzando il modulo facsimile allegato al presente avviso ed inviate attraverso posta elettronica certificata al seguente indirizzo: mbac-dgc@mailcert.beniculturali.it.

Budget complessivo € 750.000,00

Budget individuale  Il costo complessivo del progetto non potrà superare l’importo di 20.000,00 euro per le rassegne, 25.000,00 – 30.000,00 euro lordi per i cortometraggi e dovrà prevedere, a pena di inammissibilità del progetto, un cofinanziamento del soggetto proponente pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto. Il MiBact–Dgc concederà un contributo a copertura del decifit, che non potrà essere superiore all’80% del costo complessivo del progetto.

Informazioni e Bando

Sito: ww.beniculturali.it

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta