Archivio

novembre 2016

Forte calo di donazioni di sangue nel narnese: meno 25 per cento

NARNI – “I dati sono molto negativi: ad ottobre il trend in Umbria è stato del -3,43 per cento e rispetto a ottobre 2015 si è registrato un calo del 16 per cento.

A Narni, nella nostra Avis, abbiamo registrato nel mese di novembre 74 donazioni di sangue intero con una differenza rispetto al 2015 del 25 per cento. Un dato molto negativo che sarebbe bene controbilanciare il prima possibile”.

A parlare è Massimo Rossi, presidente di Avis Narni, che ha preso carta e penna per sensibilizzare i soci sulla necessità di aumentare le donazioni di sangue.

“Il terremoto che, in maniera più o meno consistente, ci ha coinvolto – dice Rossi –  ha rappresentato una delle tante emergenze di questi mesi. A ridosso dell’evento abbiamo ricevuto una serie infinita di richieste di persone che si sono rese disponibili a donare sangue. E’ stato un gesto di solidarietà molto apprezzato, sicuramente, ma che ha dovuto fare i conti con l’organizzazione che esiste a monte, che mira alla sicurezza del donatore e del ricevente. Non ci si improvvisa donatori e non si può essere donatori solo di fronte alle emergenze tragiche e collettive. Dovremmo riuscire a garantire ai nostri ospedali una certa continuità di scorta di sangue per gli eventi ed interventi quotidiani, e questo obiettivo possiamo raggiungerlo solo con una continuità delle donazioni. L’associazionismo sta cambiando: a noi donatori viene richiesto un maggiore impegno nei confronti della società a cui siamo chiamati a rispondere”.

 

Il presidente Lorenzo Gianfelice sulle finte onlus: “Il volontariato è una risorsa preziosa, contrastare chi opera contro legge e morale”

TERNI – “L’operazione con cui la guardia di finanza di Terni ha smascherato la vera attività di tre sedicenti onlus che operavano sul territorio nei settori dell’assistenza alle persone, nel turismo e nello sport non può che essere accolta con favore da chi, da anni, si occupa di fornire il supporto necessario alle tantissime, vere, associazioni di volontariato”.

Così il presidente del Cesvol di Terni, Lorenzo Gianfelice, commenta l’inchiesta che, dopo aver interessato la provincia di Perugia, ha toccato anche quella di Terni. Dietro alle presunte attività di volontariato, ritengono le fiamme gialle, in realtà erano celate vere e proprie aziende con dipendenti pagati in nero, redditi non dichiarati e tasse evase.

Per Gianfelice “situazioni come quelle emerse in questi giorni rischiano di danneggiare l’immagine di chi ogni giorno dedica il proprio tempo agli altri, in modo assolutamente gratuito e tra mille difficoltà che, con l’attuale crisi, si sono se possibile ulteriormente aggravate.

Il nostro tessuto associativo è sano e si nutre della passione e dedizione di tante persone oneste – conclude il presidente del Cesvol – e non è accettabile che questo impegno volontario possa essere messo in dubbio da chi opera con metodi che vanno contro la legge e soprattutto contro l’etica”.

 

Fai volontariato? Gestisci un’associazione o un’impresa sociale? Cerchi volontari? Iscriviti gratuitamente alla piattaforma Volontari per un Giorno

TERNI – Aumentare il numero di persone che dedicano parte del loro tempo ad attività di volontariato, sensibilizzare le aziende e gli enti locali sollecitandoli ad attuare progetti di volontariato d’impresa, sostenere le organizzazioni del terzo settore nella loro attività di ricerca volontari e migliorare il rapporto tra profit e non profit.

Sono gli obiettivi del progetto Volontari per un Giorno, il portale che ha permesso a 16mila cittadini e 130 imprese di contribuire alla realizzazione di più di mille e 600 progetti di 450 organizzazioni non-profit.

L’iniziativa per promuovere il volontariato sul territorio nazionale  è stata ideata da KPMG, promossa da Ciessevi, Fondazione Sodalitas, Un-Guru con la collaborazione del Comune di Milano.

Con pochi click su www.volontariperungiorno.it associazioni, singoli volontari, imprese sociali possono entrare a far parte della piattaforma, farsi conoscere, cercare e incontrare nuovi volontari. A livello locale la piattaforma è gestita dal Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Terni, che ne cura la promozione sul territorio di appartenenza.

Per l’iscrizione basta registrarsi su http://www.volontariperungiorno.it/vpug/login.php

Aderire non comporta alcun tipo di spesa, il progetto/piattaforma, viene messo a disposizione in maniera completamente gratuita.

“Il progetto – spiega Alessio Giordano di Ciessevi Milano – ci ha permesso di fornire un servizio aggiuntivo a tutte quelle associazioni che cercano nuovi volontari sia per eventi limitati nel tempo, sia per ricerche di volontari stabili, dove l’occasione di un giorno rappresenta una porta di ingresso.  Da quest’anno il sito accoglie anche una pagina sugli eventi internazionali ed una intera sezione dedicata ai grandi eventi di carattere nazionale. Inoltre molte scuole, università, enti e aziende utilizzano il sito come riferimento per la ricerca di iniziative da rivolgere ai propri iscritti/dipendenti”.

 

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta