Archivio

luglio 2016

Formazione per le associazioni umbre: I corsi dei Csv di Perugia e Terni

Otto corsi di formazione per soddisfare le esigemessaggero formazionenze formative delle associazioni di volontariato, di promozione sociale, sportive dilettantistiche e delle onlus umbre.

Ad organizzarli, nell’ambito del piano delle azioni regionali per il 2016, i due Centri di servizio per il volontariato di Terni e Perugia.

Si tratta di seminari e workshop che si terranno quattro a Terni e quattro a Perugia e che riguarderanno diverse aree tematiche: dalle competenze amministrative e gestionali a quelle emotive e di relazione, dalla progettazione sociale alle competenze tecniche degli strumenti della comunicazione digitale.

Il percorso formativo legato alla progettazione partecipata proporrà vere e proprie alleanze per la comunità per le quali, coerentemente con l’obiettivo di valorizzare l’azione del volontariato e dell’associazionismo nelle proprie comunità di riferimento, i centri di servizio proporranno, in qualità di esperienze pilota, start-up in alcuni contesti.

Le associazioni interessate a partecipare alle iniziative formative previste potranno compilare la dichiarazione di interesse, reperibile sui siti www.cesvol.it e www.pgcesvol.net ed inviarla, entro il 12 settembre, a formazione@pgcesvol.net oppure  formazione@cesvol.net.Corriere formazione

Autunno formativo con i Cesvol di Perugia e di Terni

I centri di servizio operanti in Umbria, nell’ambito del piano delle azioni regionali previste per il 2016, preannunciano la realizzazione di 8 iniziative formative congiunte, che si svolgeranno a partire dalla terza settimana di settembre 2016.

I corsi, che verranno realizzati nella forma di seminari e/o di workshop, riguarderanno le seguenti aree tematiche:

AREA DELLE COMPETENZE AMMINISTRATIVE E GESTIONALI

I consigli e gli orientamenti dell’esperto che assicurano la corretta gestione amministrativa, guardando con attenzione agli eventuali aggiornamenti normativi, e illustrando adempimenti amministrativi (aspetti fiscali, contabilità e tributi, contratti di lavoro) con FAQ in tempo reale.

AREA DELLE COMPETENZE EMOTIVE E DI RELAZIONE

Il conflitto –Assumere consapevolezza del conflitto per trasformarlo in opportunità .

Elementi chiave per riconoscere le reali situazioni di conflitto, essere in grado di prevenirle, ma anche, una volta presenti, di assumere un atteggiamento positivo e proattivo nei loro confronti, per integrarle, trasformarle e favorire il lavoro di gruppo all’interno dell’associazione.

AREA DELLE COMPETENZE DI PROGETTAZIONE SOCIALE

Elementi pratici di progettazione partecipata ovvero Come lavorare sui bisogni della comunità, mappare i bisogni della comunità (secondo un ordine di priorità logico e razionale), evidenziare e valorizzare gli alleati strategici che lavorano su questi bisogni e attraverso quali tipi di interventi e progetti.

Obiettivo: pensare, progettare e lavorare in rete

Nota bene: Questo percorso potrà essere finalizzato alla creazione di un network inter-associativo progettuale, che sperimenterà su bandi reali (e sui rispettivi formulari) il vantaggio di un approccio cooperativo alla progettazione finalizzata alla definizione di progetti partecipati di intervento nella comunità. La proposta riguarda l’attivazione di quelle che potremo definire Alleanze per la comunità per le quali, coerentemente con l’obiettivo di valorizzare l’azione del volontariato e dell’associazionismo nelle proprie comunità di riferimento, i centri proporranno vari start-up in alcuni contesti, in qualità di esperienze pilota.

AREA DELLE COMPETENZE TECNICHE

Utilizzo consapevole ed efficace degli strumenti della comunicazione digitale (il sito come biglietto da visita ipertestuale, l’uso strategico e razionale dei social) anche attraverso il confronto con casi ed esperienze che funzionano.

I corsi si svolgeranno nelle sedi territoriali dei centri di servizio che verranno individuate in corrispondenza delle manifestazioni di interesse che perverranno ai Cesvol.

In tal senso si ricorda che le associazioni interessate a partecipare ad una o più delle iniziative formative previste potranno compilare la MANIFESTAZIONE DI INTERESSE a partecipare riportata sotto, entro il 12 settembre p.v. con la seguente destinazione:

> per le associazioni aventi sede legale nella provincia di Perugia: formazione@pgcesvol.net

> per le associazioni aventi sede legale nella provincia di Terni: formazione@cesvol.net

 

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Nome e cognome

 

Associazione di riferimento

 

Ruolo svolto nell’associazione

 

Forma giuridica

  • Associazione di Volontariato
  • Associazione di promozione Sociale
  • Associazione Sportiva Dilettantistica
  • ONLUS iscritta all’anagrafe presso l’Agenzia delle Entrate
  • Altro …………………………………..

 

Riferimenti per contatti email e cellulare:

 

La  Sede dell’associazione ha sede legale a …………………………………………………

 

Sono interessato a partecipare alla seguente iniziativa formativa:

  argomento Numero di persone interessate a partecipare
Gestione amministrativa, aggiornamenti  normativi, adempimenti amministrativi (aspetti fiscali, contabilità e tributi, contratti di lavoro)  
Il conflitto – Assumere consapevolezza del conflitto per trasformarlo in opportunità  
Elementi pratici di progettazione partecipata: pensare, progettare e lavorare in rete  
Utilizzo consapevole ed efficace degli strumenti della comunicazione digitale  

 

 

In migliaia a Narni per “Gioca e mettiti in gioco”

NARNI – Ha superato le cinquemila presenze e si conferma una delle manifestazioni ludiche più apprezzate degli ultimi anni.

A Narni, in un centro storico preso letteralmente d’assalto da migliaia di bambini e ragazzi con famiglie al seguito, è andata in scena “Gioca e mettiti in gioco”, frutto di una perfetta simbiosi tra artisti, educatori, volontari e istituzioni locali.

Nelle vie e nelle piazze è stato riproposto un evento fatto di giochi, laboratori, racconti, tanti spettacoli di artisti circensi, giocolieri acrobatici, teatrini e marionette, colori e musica che hanno avvolto il centro storico.

Il taglio del nastro, con il rullo dei piccoli tamburini del terziere di Santa Maria e lo squillo delle trombe dell’associazione Concertino, ha dato il via ad un evento che ha saputo catturare le migliaia di persone presenti, coinvolgendole nei numerosi spettacoli e laboratori.

Apprezzate le “nonnine” narnesi, che hanno fatto impastare e tirare a mano o col matterello i tipici  manfricoli, che poi i bambini hanno messo su vari vassoi e donati all’Enpa per farli mangiare  a cani e gatti.

Il tema della manifestazione, quello della condivisione e del riciclo, ha prodotto tantissimi i laboratori a tema.

Per l’assessore ai sevizi sociali, Piera Piantoni “la finalità della manifestazione non era solo ludica, ma si è trattato della serata conclusiva delle attività scolastiche e del percorso fatto durante l’anno,  con il coinvolgimento dei vari centri estivi, che accolgono tanti bambini”.

Fondamentale l’impegno della dirigente Lorella Sepi e di tutto lo staff dei Servizi Sociali.

Ad assicurare il servizio di sicurezza polizia municipale, protezione civile, croce rossa, cives.

Soddisfatto per la riuscita dell’evento il sindaco, Francesco De Robotti, disponibile a mettersi in gioco a partire dal video messaggio col quale invitava tutti a partecipare alla manifestazione.

La pubblicità all’evento è stato un tam tam di video messaggi fatti da persone e luoghi diversi, che avevano in comune il nominare un gioco antico e invitare a Gioca e Mettiti in Gioco.

Soddisfatta Mariacristina Angeli, direttore artistico, che sottolinea “la straordinaria partecipazione della gente e il grandissimo impegno di chi si è messo in gioco organizzare l’evento”.

“Gioca e mettiti in Gioco” era organizzata da Comune di Narni con il patrocinio di Regione dell’Umbria e Comune di Terni, in collaborazione con Associazione Minerva, Beata Lucia, Sistema Museo, Narni Centro, Prociv, Croce Rossa, Cives e il supporto del Cesvol di Terni.

 

Il Ce.s.Vol. svolge la sua attività con le risorse del fondo speciale per il volontariato, amministrato dal Comitato di gestione dell'Umbria e alimentato dalle seguenti fondazioni.
Fondazioni casse di risparmio di: Perugia, Terni e Narni, Spoleto, Foligno, Orvieto, Citta di Castello e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena
Copyright © Ce.S.Vol. Terni 2014 Rete Provinciale del Volontariato - Terni C.F. 91025850552 - Policy
designed by Utilità Manifesta